“Questa è stata una settimana particolarmente difficile per tutti quanti, perché sapete che è venuta a mancare una persona per noi carissima, un fratello”. La quarta puntata di Ballando con le stelle si è aperta con la voce rotta di Milly Carlucci, in ricordo di Fabrizio Frizzi: la padrona di casa del sabato sera di Rai 1 e il conduttore 60enne erano molto amici (ma amici veri) e insieme erano stati protagonisti di alcune pagine storiche di televisione, tanto che la Carlucci aveva espresso il desiderio di non andare in onda per rispetto nei confronti del suo “fratellone”. Invece per obblighi aziendali la programmazione non è stata stravolta, ma il programma è cominciato con un ricordo del conduttore che nel 2005 prese parte allo show come concorrente.

“Quando mercoledì siamo arrivati dopo il funerale, ci siamo tutti quanti guardati negli occhi e ci siamo detti ‘Come faremo ad andare in onda?’ Ma siccome dobbiamo andare avanti perché la vita va avanti, noi come tutte le famiglie ci siamo stretti tra di noi e ci siamo presi per mano. Vogliamo dare un abbraccio immenso a Carlotta, Stella e Claudio. Andremo in onda con il sorriso di Fabrizio. Nel sorriso sarà un grande show”, ha detto Milly circondata da tutte le maestranze Rai che conoscevano Frizzi.

Lo show è davvero proseguito con il sorriso, perlomeno davanti alle telecamere. Niente polemiche gratuite, niente litigi efferati, niente scontri all’ultimo sangue. Le uniche note stonate sono state lo zero di Ivan Zazzaroni alla coppia Ciacci/Todaro (ma ormai è prassi) e l’eliminazione della povera Eleonora Giorgi. È stato dietro le quinte, però, che è successo il finimondo. A lanciare la notizia della “rissa” avvenuta nel backstage del programma è stato il blogger televisivo Davide Maggio, che ha poi svelato le identità dei due contendenti: Selvaggia Lucarelli e Raoul Bova, “ballerino per una notte” della puntata. Qualcuno ha riportato di minacce, urla e gesti intimidatori indirizzate alla giornalista: cosa sarà mai successo tra i due?

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pasqua 2018, chi era Gesù Cristo? E’ risorto davvero? Le risposte tra mito e religione di Igor Sibaldi

next
Articolo Successivo

Stranger Things 3, ecco il teaser della serie culto in arrivo nel 2019 su Netflix

next