Grillo, Fico, Di Battista, Davide Casaleggio. Insieme con Luigi Di Maio, per la chiusura della campagna elettorale del M5S a Roma a Piazza del Popolo, c’erano tutti i big pentastellati. “Votare il Pd è come votare Berlusconi”, ha attaccato nel suo “ultimo discorso da deputato, per ora” Alessandro Di Battista, scagliandosi contro il partito di Renzi. Per poi lanciare l’ultimo appello: “Dobbiamo fare un ultimo sforzo, possiamo stravincere. Sento davvero un clima nuovo”. Davide Casaleggio è stato il secondo a parlare, lanciando un Movimento “controvento” e invitando gli elettori a scegliere “tra nebbia e sole”.

Essenziale, invece, il comizio di Beppe Grillo. “Forse il periodo del Vaffa è finito, forse le piazze sono passate di moda, ma un “vaffino” nel taschino ce lo teniamo”, ha affermato l’ex comico invitando il Movimento a non “scordare le parole guerriere delle origini”. Infine, ha lanciato la sua sfida elettorale: “Con noi i partiti si sono sciolti come la diarrea, siamo rimasti noi e FI, diamo l’ultima spallata”.