Forse è finita l’epoca del vaffa. È l’ipotesi lanciata da Beppe Grillo alla fine di un video pubblicato sul suo blog. “Io che ho parlato per tutta la vita, ho parlato tutta la vita, ho speso, 60 mila parole al giorno, per 40 anni, capisco che il senso delle parole, che sono inutili, a volte provocatorie, a volte deformi, a volte violente, il mio Vaffa, forse è finita l’epoca del Vaffa ma comunque ho cercato di capire, di essere curioso, di capire, Dio mio, capire”, dice l’inventore del V Day e fondatore del Movimento 5 stelle. Una frase che viene evidentemente collegata al nuovo corso del Movimento guidato da Luigi Di Maio.

Quel “forse è finita l’epoca del vaffa di Grillo, infatti, arriva nello stesso giorno in cui il candidato premier del M5s annuncia il nome del ministro del Tesoro in un eventuale governo pentastellato: è Andrea Roventini, professore alla Scuola superiore di Sant’Anna. Un tecnico che non è esattamente un profilo da piazza del V-Day. “Grillo sarà con me e gli altri domani a piazza del Popolo per la chiusura della campagna elettorale, sperando che la neve non ci faccia sorprese. Allo stesso tempo Grillo è stato presente nell’incoraggiarc ma da diversi anni ha lasciato che il Movimento camminasse sulle proprie gambe”, ha detto Di Maio, ospite di Unomattina, commentando il ruolo del fondatore del Movimento.