Wanda Nara e Mauro Icardi “hanno depositato, presso le competenti Procure della Repubblica denunce e querele in ordine al reato di diffamazione a mezzo stampa per censurare fermamente gli articoli pubblicati in data 23 febbraio 2018 sulla rivista “Cronaca Vera” e sui siti liberoquotidiano.it e newnotizie.it, dove si racconta di un presunto ed assolutamente inesistente “scandalo sessuale in casa Inter” nonché di “botte e tradimenti””. Questo uno stralcio del documento pubblicato da Wanda Nara su Twitter che fa riferimento ad alcuni articoli usciti nei giorni scorsi. “Analoghe denunce e querele – si legge ancora nel documento – sono state depositate per ottenere l’accertamento della responsabilità penale di coloro i quali hanno prodotto e diffuso su Whatsapp l’audio richiamato nei predetti articoli…”.

Un documento lungo e dettagliato che segue uno sfogo pubblicato sempre dalla moglie del giocatore dell’Inter in data 24 febbraio: “Ultimamente stanno uscendo tante bugie su di me e sulla mia famiglia – scrive – generalmente non rispondo mai ma in questo caso lo devo fare perché quello che si dice è di una gravità pesante…”.