Dalle 15.36 alle 16 in punto. Ventiquattro minuti, tutti in piazza del Popolo senza partecipare al corteo. Tanto è durata la partecipazione di Matteo Renzi alla manifestazione antifascista organizzata dall’Anpi e da altre venti sigle. Il tempo di abbracciare Paolo Gentiloni, parlare con la stampa e andarsene.

Il segretario del Partito Demcoratico – lo raccontano le agenzie – arriva alla manifestazione alle 15.36 dopo l’incontro in mattinata a Firenze con Confindustria. Saluta subito il presidente del Consiglio, un abbraccio, poi parla ai giornalisti: “È bello essere in tanti qui, è bello che ci sia il premier e tutto il Pd”, dice. “È un giorno da questo punto di vista importate, il Pd c’è con tutte le sue rappresentazioni”, aggiunge prima di ricordare che bisogna “combattere tutti insieme contro una cultura” della violenza. Sono le 15.47.

L’agenzia Ansa scrive 13 minuti dopo: “Il segretario del Pd, Matteo Renzi, dopo aver salutato il premier Gentiloni e aver rilasciato brevi dichiarazioni alla stampa, ha lasciato la manifestazione contro i fascismi promossa dall’Anpi a Roma”. È trascorsa meno di mezz’ora dal suo arrivo. 

di Alberto Sofia

Molti esponenti del suo partito partecipano assieme alle altre associazioni già da piazza Repubblica alle 14. Dall’inizio – ad esempio – ci sono Walter Veltroni e il numero due del partito Maurizio Martina, che ha sfilato in testa al corteo accanto a Susanna Camusso. Alle 18.37 il segretario era già tornato in Toscana, a Grosseto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Corteo contro i fascismi, Grasso intona Bella Ciao: “Sciogliere Casapound? C’è una procedura, servono valutazioni”

prev
Articolo Successivo

Lega, nel comizio di Piazza Duomo Salvini si appropria di citazioni di Pertini e Pasolini: “Antifascismo per distrarre”

next