“Oggi ho visto i tg. Il primo servizio su Renzi in bicicletta che parla di mobilità sostenibile. Il secondo su Berlusconi che parla di alleanze e di futuro. E il terzo sul M5s: continua il caso rimborsopoli. Ma vi rendete conto che prima di noi ha parlato uno che ha disatteso qualunque promessa, un altro che parla di abbassare le tasse ed è stato condannato per una super evasione fiscale di 368 milioni di euro…”. Danilo Toninelli ha dato sfogo alla rabbia per il trattamento e lo spazio riservato dai tg nazionali al Movimento 5 Stelle: “Noi abbiamo rifiutato quasi 100 milioni di soldi pubblici e si parla di rimborsopoli… quei soldi li erano soldi di stipendio che potevano rimanerci legittimamente in tasca ma ci rompono i coglioni e ci fanno passare per furbacchioni e ladri perché invece di aver restituito 23 milioni e 200 mila ne abbiamo restituiti 23 milioni e 100. Stiamo verificando e lo facciamo al centesimo. Noi abbiamo fatto quello che abbiamo detto, noi siamo diversi dai vecchi partiti che ci hanno depredato le tasche e il futuro”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Macerata: via il questore Vuono, si era insediato a fine novembre. Al suo posto Pignataro

prev
Articolo Successivo

Sondaggi, il centrodestra a un passo dalla maggioranza. Il Pd ha perso 5 punti in 4 mesi. M5s primo gruppo parlamentare

next