Scintille ripetute a Otto e Mezzo (La7) tra la conduttrice della trasmissione, Lilli Gruber, e il deputato del M5S, Danilo Toninelli, ospite, assieme a Maurizio Lupi, parlamentare di Noi con l’Italia – Udc. Il primo battibecco, che coinvolge anche l’ex ministro dei Trasporti, si registra quando la giornalista invita i due politici a non guardare la telecamera, come se fosse un appello finale agli elettori. La polemica esplode quando Toninelli parla ininterrottamente e la conduttrice cerca di fermarlo. “Adesso parlo io” – insorge Gruber – “Ora stacco l’audio. Non sia scortese”. “Macché scortese, dottoressa”, replica Toninelli. “Qui comando io e, se posso, le faccio una domanda”, ribadisce la conduttrice. Il duello a colpi di fioretto prosegue anche in altri momenti della trasmissione. “Posso finire la mia domanda o devo staccarle il microfono?”, ammonisce la giornalista al politico M5S. Poi rimprovera anche Lupi, mentre ha un concitato confronto con Toninelli. “Adesso vi zittisco entrambi e vi faccio togliere l’audio”, avverte con toni quasi esasperati Lilli Gruber

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s candida l’economista Lorenzo Fioramonti: aveva raccontato la sua storia di cervello in fuga al Fatto.it

next
Articolo Successivo

Pd, “A Pomigliano schieriamo una scienziata profumata di Nobel”, ma Annalisa Alloca smentisce

next