Scintille ripetute a Otto e Mezzo (La7) tra la conduttrice della trasmissione, Lilli Gruber, e il deputato del M5S, Danilo Toninelli, ospite, assieme a Maurizio Lupi, parlamentare di Noi con l’Italia – Udc. Il primo battibecco, che coinvolge anche l’ex ministro dei Trasporti, si registra quando la giornalista invita i due politici a non guardare la telecamera, come se fosse un appello finale agli elettori. La polemica esplode quando Toninelli parla ininterrottamente e la conduttrice cerca di fermarlo. “Adesso parlo io” – insorge Gruber – “Ora stacco l’audio. Non sia scortese”. “Macché scortese, dottoressa”, replica Toninelli. “Qui comando io e, se posso, le faccio una domanda”, ribadisce la conduttrice. Il duello a colpi di fioretto prosegue anche in altri momenti della trasmissione. “Posso finire la mia domanda o devo staccarle il microfono?”, ammonisce la giornalista al politico M5S. Poi rimprovera anche Lupi, mentre ha un concitato confronto con Toninelli. “Adesso vi zittisco entrambi e vi faccio togliere l’audio”, avverte con toni quasi esasperati Lilli Gruber

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

M5s candida l’economista Lorenzo Fioramonti: aveva raccontato la sua storia di cervello in fuga al Fatto.it

prev
Articolo Successivo

Pd, “A Pomigliano schieriamo una scienziata profumata di Nobel”, ma Annalisa Alloca smentisce

next