Elena Ferrante diventerà editorialista del Guardian. L’autrice che nasconde la propria identità dietro uno pseudonimo avrà, spiega lo stesso giornale, una “rubrica settimanale per la rivista “Weekend’ del Guardian, dove condividerà i suoi pensieri su una vasta gamma di argomenti, tra cui l’infanzia, l’invecchiamento, il genere e, nel suo articolo di debutto, il primo amore”. Gli articoli di Ferrante saranno scritti in italiano e tradotti in inglese. L’autrice ha affermato che il ‘Guardian’ era “attratto dalla possibilità di mettermi alla prova” con una rubrica regolare, che considera “un audace, ansioso esercizio di scrittura“. L’amore molesto, primo romanzo di Ferrante, è del 1992. Sono poi seguiti L’amica geniale, Storia del nuovo cognome, Storia di chi fugge e resta e Storia della bambina perduta.