Carlo Conti si è raccontato al Corriere della Sera in una lunga intervista firmata da Aldo Cazzullo. Dal perché non farà più Sanremo (“devo resettare la testa. Ho ascoltato tremila canzoni in tre anni. Scegliere è durissima”), ai suoi modelli  (“a scuola ascoltavo “Alto gradimento” di nascosto nell’ ultima ora, con l’ orecchio poggiato sul transistor arancione”), il conduttore toscano ha parlato di presente e passato. “Vorrei che il mio primo ricordo fosse il mio babbo, ma morì quando avevo 18 mesi e proprio non me lo ricordo”, ha spiegato Conti.

A crescerlo è stata sua mamma, una donna forte: “Mi fece da madre, ma soprattutto da padre. Non aveva una lira: aveva speso tutto in cure sperimentali, inutili. Avrebbe potuto gettarsi dalla finestra con me in braccio. Tornata a casa dal funerale trovò nella cassetta della posta 500 lire. Si convinse che le aveva messe Santa Rita. Trovò nella fede la forza di continuare”. Qualche parola anche sulla politica: “Renzi? È stato un grande sindaco di Firenze. Poi ha avuto troppi nemici interni”. Conti definisce Berlusconi un “grande imprenditore” e Grillo un “grande comunicatore. Ha intuito un malcontento e gli ha dato voce, riportando la gente al centro della cosa pubblica” ma non dice per chi ha intenzione di votare: “Preferisco non attribuirmi un colore. Sono un giullare tv: tutti devono guardarmi nello stesso modo, vedersi riflessi nella mia normalità”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Emily Ratajkowski, dopo la bufera social la modella posta una foto nuda come la Venere di Botticelli

prev
Articolo Successivo

Londra, la pasticceria dalla famiglia Reale? E’ Peggy Porschen: ecco i suoi segreti

next