Un cittadino marocchino che stava per imbarcarsi con un furgone dal porto di Genova su una nave per il Marocco è stato arrestato dalla polizia di frontiera nelle scorse ore con l’accusa di riciclaggio di denaro perché aveva un ingente somma di denaro nascosta in doppi fondi del veicolo.  L’uomo nascondeva 400mila euro in contanti. I soldi erano custoditi in sacchetti di plastica. Non chiare ancora le finalità per cui l’uomo stesse cercando di esportare il denaro non dichiarato: fra le ipotesi al vaglio quella di legami con organizzazioni legate ad estremisti islamici o ad associazioni criminali nel nord Africa. Nelle operazioni di recupero del denaro nascosto nel furgone a ponte Caracciolo sono stati impegnati oltre agli agenti della polizia di frontiera anche tecnici dei vigili del fuoco

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Incidente in A21, l’unico superstite: “Ho lasciato il tir in tempo”. Autostrada ancora chiusa, preoccupa il cavalcavia

prev
Articolo Successivo

Roma, smantellata la banda della Golf. Assaltavano portavalori e rapinavano guardie giurate

next