Carabinieri della stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato tre cittadini bulgari responsabili della manomissione di uno sportello bancomat, in Piazza di Spagna. I militari avevano riscontrato l’installazione di uno skimmer e di una telecamera a ridosso dello sportello, funzionali alla clonazione delle carte.

Successive perquisizioni hanno portato al sequestro di 12 carte magnetiche vergini, 6 carte di credito già clonate (con relativi codici Pin), una scheda di memoria Micro-SD (dove erano acquisiti dati di altre carte da clonare), un computer con programmi di masterizzazione e diverse centinaia di euro in contanti, ritenuti provento dell’attività illecita.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Brescia, arrestato un 14enne: aveva tre chili di cocaina nello zainetto della scuola

prev
Articolo Successivo

Morse e insultò il passeggero senza biglietto, il video della lite che è costata il licenziamento al capotreno

next