Renzi cita gli stessi esempi da giorni, anzi da settimane, per rispondere alle polemiche sull’interessamento del suo governo, suo personale e dell’ex ministra per le Riforme Maria Elena Boschi nei confronti della crisi di Banca Etruria: Antonveneta, Banca 121, Monte dei Paschi. Un modo per ributtare la palla nel campo dei suoi avversari, in particolare i dirigenti del Pds. Così ora Pierluigi Bersani risponde, durante un’intervista a DiMartedì, su La7: “Io non contavo, forse D’Alema contava più di me. Ma se Renzi ha qualcosa da dire lo dica, non lasci messaggi che lasciano punti interrogativi. Nel 2013 ci fu una campagna a freddo verso di me sul Monte dei Paschi, con allusioni che ci costarono voti, alludendo a cose che si sono rivelate fuffa. Dunque ora Renzi dica le cose chiaramente, lasciamo stare i messaggi mafiosi“.

Parole che Pina Picierno, eurodeputata del Pd, definisce “veramente gravi e offensive” nei confronti “non solo di Matteo Renzi segretario del Pd, ma nei confronti di tutta la nostra comunitá. Con che faccia si permette di dire che i messaggi di Renzi sono messaggi mafiosi?”. Una “brutta caduta di stile”, secondo la Picierno, anche perché pronunciate “in un Paese che le minacce mafiose le ha viste davvero dimenticando quanto il nostro partito ogni giorno in molto territori li osteggia e combatte?”.

Bersani però affonda nella questione Etruria, ripartendo dall’audizione del governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco: “Ha detto quel che riteneva giusto dire, ha detto la verità – riflette l’ex segretario del Pd, ora dirigente di Liberi e Uguali con Piero Grasso – Stanno venendo fuori una serie di tasselli, credo che la commissione non riuscirà purtroppo a comporre il mosaico, ognuno se lo farà come ritiene, da Renzi agli altri. E poi la gente si farà un’opinione. I personaggi della politica e del governo coinvolti in questa vicenda non ne escono bene e la gente lo sottolinea”.

Più chiaramente: “Come la Boschi è stata giustamente fuori dal Cdm quando si parlava di banche, poi non doveva andare in giro ad occuparti di una sola banca – continua Bersani – E Renzi? Ci si chiede perchè abbia parlato solo di quella banchetta lì, ce n’era di banche… Ma siccome Gentiloni ha detto che va tutto bene, che non c’è problema, se non ha lui a cuore il profilo del governo ed il buon nome del governo facciano quello che credono. Non sono qui a invocare per la Boschi chissà che.. Non stiamo mica parlando di Churchill o Indira Ghandi“, aggiunge. “. Ma c’è freddezza nel Pd verso la Boschi? “Non so se nel Pd ci siano freddezza o problemi ma non credo che si possa evitare un certo disagio. Al netto di tutti i grandi meriti che certamente avrà la Boschi, lei e qualche altro vengono percepiti come quelli del giro stretto, del giro che comanda”.

Il problema, secondo Bersani, è quello che lui ha “sempre segnalato”. Cioè: “Troppe cose in pochi chilometri. C’è una rete di tipo familistico, amicale, paesano, che viene portata a Roma nel cuore del sistema, questo non è un reato ma non è buono”. In definitiva, per Bersani, “che cosa deve fare una persona che si trova in un incrocio piuttosto fangoso e controverso? Una strada è: metto al riparo l’Istituzione, difendo la mia correttezza con l’umiltà di tirarmi da parte. L’altra strada è: sto lì a dispetto di tutto“. E la Boschi ha scelto chiaramente la seconda strada: “Non è il tuo mestiere occuparti di banche, è di Padoan quel mestiere. Lei fa un ministro, un ministro deve stare fuori da queste cose. Perché non doveva parlare? Era la figlia del vicepresidente della banca”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Puglia, il Pd affossa il finanziamento alla legge sulla partecipazione: è il cavallo di battaglia di Emiliano

prev
Articolo Successivo

Pd, Richetti contro Renzi: “Manca l’etica della parola data”. E sul partito: “Sfilacciati, abbiamo problema enorme”

next