Approvata la legge sul biotestamento. “Un passo avanti importante”, dice Marco Cappato in presidio davanti a Montecitorio. “Riconosce il diritto delle persone malate di sospendere le terapie senza soffrire, e di farlo anche attraverso il testamento biologico”.  “Un primo passo nei diritti sul fine vita”, gli fa eco Matteo Mainardi dell’associazione Luca Coscioni. Da domani, anche per quando perderemo tutti noi la capacità di intendere e di volere, potremo lasciare le nostre disposizioni”.  “È una legge che aiuta ad attuare meglio quello che già prevede la Costituzione”, spiega Riccardo Magi di Radicali Italiani. “Il prossimo passo sarà quell di legalizzare l’eutanasia e il suicidio assistito. Ne parleremo nella prossima legislatura”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Biotestamento, cosa prevede la legge sul fine vita approvata definitivamente dal Parlamento

next
Articolo Successivo

Biotestamento, Paola Taverna (M5s) in lacrime in Senato: “Consegnata una pagina di civiltà al Paese”

next