Si sente male al volante ma la prontezza di un passante corso in suo aiuto gli salva la vita. Una storia simile a tante altre, se non fosse che i protagonisti sono un attivista di ‘Noi con Salvini’ e un extracomunitario. È quanto successo domenica a Marano, un piccolo comune alle porte di NapoliMassimo Marsico, portavoce di ‘Noi con Salvini’, movimento fondato dal leader della Lega, ha avuto un malore improvviso mentre era alla guida della sua auto e a salvargli la vita è stato un giovane immigrato, che gli ha praticato il massaggio cardiaco in attesa dell’arrivo dell’ambulanza. L’uomo è ora ricoverato in osservazione all’ospedale Cardarelli di Napoli e sta bene.

A riferire la vicenda è il consigliere campano dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, secondo cui il giovane extracomunitario merita ora la cittadinanza onoraria e a dargliela dovrebbe essere proprio Matteo Salvini.“Questo episodio – afferma l’esponente dei Verdi – è l’ennesima dimostrazione che le persone per bene non si distinguono in base al colore della pelle, alla religione o alle tradizioni culturali, ma solo ed esclusivamente in base a come si comportano e agli atti che compiono nel nostro Paese. Quello di salvare la vita ad un nostro concittadino è un gesto che merita il massimo della riconoscenza da parte dello Stato, a partire dal riconoscimento della cittadinanza onoraria”.