Uno sciopero generale dei mezzi pubblici è stato indetto in tutta Italia per la giornata di venerdì 10 novembre. All’iniziativa organizzata dall’Unione Sindacale di Base (USB) hanno anche aderito anche Unicobas e Cobas. Orari e modalità sono diversi per ogni città. A Roma lo sciopero inizia alle 8.30 e riprende alle 17 fino alle 20. Garantite da Atac le fasce orarie più utilizzate da pendolari e lavoratori. Nella capitale la mobilitazione comprende tutti gli i mezzi di terra, le metropolitane, le ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle, Roma-Civitacastellana-Viterbo.

A Milano la protesta dei lavoratori Atm inizia alle 8 e 45 alle 15,00 e dalle 18,00 alla fine dell’orario di servizio e comprenderà tram, autobus, metropolitane, servizio ferroviario regionale e trasporto pubblico locale fino alle 24 di venerdì. Attenzione al servizio regionale, suburbano e aeroportuale che potrà subire cancellazioni e variazioni. Saranno garantiti i trasporti tra e da stazioni e aeroporti con mezzi sostitutivi.

A Torino le fasce orarie garantite sono diverse in base ai mezzi di trasporto coinvolti. Sul sito di GTT il servizio urbano e suburbano è garantito dalle 6 alle 9 e dalle 12 alle 15, fasce orarie nel corso delle quali sono attivi anche i servizi della metropolitana. Garantiti i trasporti dei bus extraurbani fino alle 8 e dalle 14 alle 17,30. I collegamenti tra Torino-Aereoporto-Ceres e Pont-Rivaloro-Chieri sono garantiti la mattina dalle 14,30 alle 17,30.

Subiscono variazioni anche i treni regionali, così come comunica Trenitalia, per i quali lo sciopero inizia dalle 21 di giovedì 9 novembre e termina alle 21 di venerdì 10 novembre. Rimangono invariati gli orari delle Frecce e garantiti gli spostamenti dei treni dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21.

A rischio per tutta la giornata invece il trasporto aereo. Partecipano allo sciopero i controllori di volo dell’Enav che aderiscono alle sigle sindacali di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-T e Unica. Ulteriori disagi sono previsti a Fiumicino dove dalle 12 alle 16  si mobilitano i lavoratori della Avion Service appartenenti a Fit-Cis e Ugl-Ta. Scioperano anche i lavoratori della Brookfield aviation international, Ryanair Limited e Workforce international conctractor limited.