Stava pedalando nel giorno di Halloween lungo il suo abituale percorso nella Virginia del nord quando il Suv nero di Donald Trump seguito dalle auto di scorta l’ha sorpassata. E lei, senza pensarci due volte, ha alzato il braccio sinistro ed ha mostrato il dito medio in direzione del corteo d’auto. Un gesto che non è passato inosservato, visto che è stato immortalato da un fotografo della Casa Bianca al seguito e che è costato il posto di lavoro alla ciclista Juli Briskman.

La Akima LLC, azienda che partecipa alle gare d’appalto del governo, non ha apprezzato il gesto e l’ha licenziata, sostenendo che quella foto violava la politica aziendale sui social media, che vieta la pubblicazione di immagini oscene sugli account privati dei propri dipendenti. “Non ero neanche al lavoro quando l’ho fatto”, ha protestato Briskman al Washington Post. Con il suo gesto ha voluto esprimere la sua frustrazione nei confronti di Trump, ha spiegato: “Lo rifarei”. Tanti i messaggi di solidarietà su Twitter, in cui gli utenti chiedono che le venga offerto un altro posto di lavoro.