Un’onda inarrestabile di denunce. Dal mondo del cinema a quello della politica: lo scandalo delle molestie sessuali sulle donne, scatenato negli Usa dal caso Weinstein, ora dilaga in Francia. Dopo attrici, medici, poliziotte e consulenti finanziarie, deputate europee. tocca ora a diverse donne del Front National, il partito di estrema destra. Secondo Le Monde che sarà in edicola nel pomeriggio, “diverse donne accusano in modo ricorrente di essere vittima di aggressioni, molestie o minacce da parte di membri del Front National”. La direzione del partito non ha per il momento reagito.

Tre giorni fa invece il ministro della Difesa inglese si è dimesso dopo le accuse di una deputata. Michael Fallon ha lasciato la poltrona sull’onda delle accuse di molestie e comportamenti impropri che lo hanno riguardato assieme ad altri esponenti conservatori e membri del governo britannico. Era stato il Sun a riferire di una molestia commessa nel 2002 da Fallon, che durante una cena fece cadere una mano sul ginocchio della conduttrice radiofonica Julia Hartley-Brewer. Il ministro non aveva negato l’episodio, anche se un portavoce aveva sottolineato che sono passati 15 anni, che lui chiese scusa e che l’incidente si chiuse lì per entrambi.