Nasce a Torino il primo corso di “storia dell’omosessualità” tenuto in un ateneo italiano. L’idea è venuta al professore associato del’Università di Torino Antonio Pizzo e partirà ad aprile: “All’estero questo tema era già diventato argomento di formazione e crediamo che l’insegnamento della storia sia fondamentale affinché fenomeni storici possano essere discussi al di là delle contrapposizioni ideologiche o morali”. Le 18 lezioni che saranno tenute dalla professoressa Maya De Leo che tratterà le trasformazioni in età contemporanea dell’omosessualità tra Europa e Stati Uniti. Il corso ha suscitato la reazione di Forza Nuova che nella scorsa notte ha appeso uno striscione all’entrata della facoltà di lettere

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

L’immigrazione spiegata ai bambini, la differenza tra un sussidiario italiano e uno francese

prev
Articolo Successivo

Parlamento Ue approva risoluzione contro violenze sessuali: “Ora task force di indipendenti per indagini interne”

next