Luca Cordero di Montezemolo e Flavio Cattaneo riprendono le redini di Italo. Il cda della società ferroviaria privata Ntv ha nominato come presidente Montezemolo, socio fondatore nel 2006, e come amministratore delegato Cattaneo. L’ex presidente di Alitalia prende il posto di Andrea Faragalli Zenobi, che ha guidato Ntv da dicembre 2015 e che lascia “per ragioni esclusivamente personali”. L’ex numero uno di Telecom Italia , lasciata a luglio con una buonuscita da 25 milioni di euro, torna nell’azienda che aveva guidato fino al 2016 e vi investirà 15 milioni di euro, salendo così al 5,1% nell’azionariato di Ntv.

Il cda ha anche approvato i conti del primo semestre dell’anno: Ntv lo ha archiviato con ricavi in crescita a 219,2 milioni dai 174,7 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso (+25,5%) e un ebitda a 65,1 milioni, in rialzo del 54,9% da 42 milioni dei primi sei mesi del 2016. Non è stato invece reso noto il dato sulla profittabilità della società.

In coincidenza con la nomina dei nuovi vertici, i sindacati chiedono un incontro e il rinnovo dei contratti. “I lavoratori di Ntv sono passati attraverso accordi di gestione della crisi aziendale che nel 2014 ha interessato 80 lavoratori e nel 2015 ha coinvolto 929 lavoratrici e lavoratori, i quali con i loro sacrifici hanno contribuito al risanamento e sviluppo dell’azienda. Adesso Ntv non è più una start up e, poiché le cose vanno bene, questi colleghi attendono il rinnovo del loro contratto di lavoro che è scaduto il 31 dicembre 2014″, afferma il segretario nazionale della Fit-Cisl, Salvatore Pellecchia. “Confidiamo quindi nella sensibilità del vertice aziendale, atteso che le lavoratrici e i lavoratori di Ntv hanno dato quando era il momento di dare e adesso hanno diritto al riconoscimento di quanto hanno fatto”, conclude il leader sindacale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ryanair, l’Antitrust apre istruttoria sui voli cancellati. “Doveva organizzarsi prima. E non ha informato sui rimborsi”

next
Articolo Successivo

Londra bandisce Uber: stop dal 30 settembre. “Non rispetta gli standard di sicurezza per i clienti”

next