Centodieci giorni dopo l’attentato terroristico costato la vita a 22 persone riapre la Manchester Arena. E a fare gli onori di casa c’è Noel Gallagher che prima di cantare “Don’t look back in anger” si commuove. L’ex Oasis appare visibilmente emozionato mentre parla con i pubblico: “Ogni volta che cantate, vinciamo. Quindi cantate come non avete mai fatto prima”. Un’occasione importante, questa del 9 settembre, mesi dopo il concerto di Ariana Grande. A fare polemica ci pensa, come sempre, Liam, fratello di Noel ed ex frontman degli Oasis, che non lesina un tweet al vetriolo: “Si è commosso, dai, non ve la bevete, perché a lui non gliene frega un c…”, scrive.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

50 sfumature di rosso, a sorpresa la Universal rilascia teaser con Anastasia vestita da sposa

prev
Articolo Successivo

Maratea, in pasticceria c’è una torta con ritratto di Hitler. Il pasticciere: “Me l’ha chiesta un cliente”

next