E’ stato il cofondatore della maison Yves Saint Laurent e il presidente del Consiglio di sorveglianza di Le Monde: Pierre Bergé è morto questa mattina a Saint-Rémy de Provence all’età di 86 anni. Compagno di Yves Saint Laurent, con lui nel 1961 fondò la famosa casa di moda della quale ha mantenuto la giuda fino al 2002. Da sempre in prima fila per sostenere i diritti degli omosessuali, Bergé era impegnato politicamente a sinistra: forte il suo sostegno all’ex presidente della Repubblica Francois Mitterand. E il suo appoggio non è mancato nemmeno a Emmanuel Macron: “Avrà la statura di un presidente della Repubblica e ci porterà verso una social – democrazia”, aveva detto lo stesso Bergé nel gennaio scorso. Bergé ha sempre investito nell’editoria e nei media: fondatore del settimanale Courrier internationale di Globe, nel 2010 diventa uno degli azionisti del prestigioso quotidiano Le Monde, al fianco di Matthieu Pigasse e di Xavier Niel, e poi presidente del Consiglio di sorveglianza. Appassionato di arte e di letteratura,ha guidato il Théâtre de l’Athénée – Louis-Jouvet, dal 1977 al 1981 e ha presieduto anche l’Opéra di Parigi dal 1988 al 1993.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Come il terrorismo mi ha rovinato le vacanze (impedendomi di pubblicare il selfie perfetto)

prev
Articolo Successivo

Jovanotti, una mamma scrive al cantante toscano: “Caro Lorenzo, è in parte responsabilità tua se non sono ancora diventata nonna”

next