Secondo le fonti di un’inchiesta della Associated Press, funzionari italiani avrebbero incontrato i capi delle milizie che controllano Sabrata (Libia), principale punto di partenza dei migranti che hanno traversato il Mediterraneo in direzione dell’Italia. Il dirigente del ministero degli Interni di Tripoli per l’immigrazione illegale sosterrebbe addirittura che con queste milizie, le stesse che avrebbero gestito il traffico dei migranti, sarebbe stato chiuso un accordo economico. La Farnesina nega i fatti raccontati dall’inchiesta di AP. “Credo di più a mago Merlino che ad Alfano”, ha commentato il leader della Lega Matteo Salvini, ospite a Cernobbio del Forum Ambrosetti, convinto del rischio che l’operazione del governo italiano che attraverso l’accordo con il governo di Tripoli vanta la riduzione degli sbarchi, l’86% ad agosto rispetto allo stesso mese del 2016. A Salvini fa eco Luigi Di Maio del M5s, che sulle accuse all’Italia chiede un chiarimento al governo Gentiloni

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Di Maio a Cernobbio: “Parlare di temi è positivo”. Il ceo Ambrosetti: “Mi ha mandato un messaggino affettuoso…”

prev
Articolo Successivo

Di Pietro strizza l’occhio a Bersani: “Pronto a partecipare ad un progetto con Mdp”

next