Alfano ha avuto posizioni molto oscillanti sul tema della giustizia mentre sull’immigrazione è più vicino a me di quanto non sospettassi. Devo dire che una forza che viene da destra ha dato segnali di condividere un’impostazione che non era scontata”. Lo ha detto Andrea Orlando, leader della minoranza Pd, intervenuto alla festa dell’Unità di Casalgrande (Reggio Emilia). “Certo non è l’unico tema, bisogna vedere i programmi – ha continuato Orlando – Se c’è una rottura definitiva con l’impostazione culturale con la destra si può riflettere. Una convergenza non la ritengo impossibile, cosa che trovo invece improponibile se guardiamo a Forza Italia“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Licata, il sindaco decaduto: “Contro di me consiglieri con problemi di case abusive. Alfano? Promise sostegno, e invece…”

next
Articolo Successivo

Politica estera italiana, ovvero l’inno al servilismo

next