Neymar passa al Paris Saint Germain e pubblica sul suo profilo Instagram una lunga una video-lettera strappalacrime, dove racconta le gioie e i dolori vissuti al Barçellona. Tra i tanti ringraziamenti ai tifosi e alla società sportiva catalana, O Ney, nel suo discorso, ha voluto fare due menzioni speciali: una al papà che lo ha sempre sostenuto e l’altra al suo ex-compagno di squadra, Lionel Messi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sorteggi Champions League: il Napoli affronterà il Nizza di Balotelli. Europa League: per il MIlan c’è il Kf Shkëndija

prev
Articolo Successivo

Addio tessera del tifoso: “Al suo posto la fidelity card”. Tornano tamburi e megafoni negli stadi

next