Mentre prosegue la raccolta firme dei Radicali per il referendum sull’Atac, il segretario nazionale Riccardo Magi attacca la municipalizzata e il sindaco di Roma, Virginia Raggi: “Atac per anni non ha rispettato contratto di servizi: di fatto avrebbe dovuto applicare delle penali, però a sé stessa visto che comunque l’azienda va poi ricapitalizzata. Mazzillo lo ho invitato alla raccolta firme, ma i vertici del M5s lo hanno redarguito intimandogli di condividere la strategia del sindaco Raggi, che però non si conosce. La privatizzazione ora è difficile: nessun privato investirebbe in Atac. Il fallimento semmai porterebbe a una privatizzazione all’italiana, l’opposto di ciò che noi chiediamo. Noi vogliamo una liberalizzazione con gara europea”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Atac, Paolo Simioni nuovo presidente e ad. Cambio al vertice, cda a tre

prev
Articolo Successivo

Roma, Raggi nomina nuovo ad Atac. Le opposizioni: “Da M5S no a consiglio straordinario”

next