“Quello che mi auguro è che non venga archiviato, ma che” la morte di Stefano Rodotà rappresenti un “episodio, sia un impulso, un impegno a continuare battaglie di cui abbiamo tanto bisogno” e aiuti a trovare “il coraggio di continuare a combattere per i diritti civili, per i doveri, per tutto quello per cui ci siamo in qualche modo battuti insieme”. Lo ha sottolineato Emma Bonino, rendendo omaggio alla camera ardente di Stefano Rodotà.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stefano Rodotà, dai Radicali alla difesa dei beni comuni: ritratto del giurista e politico di sinistra ‘maniaco’ dei diritti

next
Articolo Successivo

Illegalità legalizzata e altre malefatte della casta. Ovvero fesso chi ‘Legge’

next