Arrivando alla conferenza programmatica di Articolo Uno – Mdp a Milano, Massimo D’Alema ribadisce il suo giudizio sulla legge elettorale che il Pd ha messo sul tavolo: “Si apre alla confusione, a sommatorie di simboli di partito a geometria variabile: qui presento il simbolo, qui solo il candidato. In Italia si chiama trasformismo”. E su Renzi: “Il clima di intesa tra lui e Berlusconi c’è sempre stato, dai tempi del loro incontro ad Arcore non è mai venuto meno. Questa intesa è tuttora operativa”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milano, “cane in galleria”: La linea tre della metropolitana bloccata per ore. Poi il salvataggio

next
Articolo Successivo

Brescia, ciclista investito e l’automobilista non si ferma. La caccia al pirata diventa virale su Facebook

next