1) Tratto distintivo del suo carattere.
La determinazione.

2) Suo peggior difetto/miglior pregio.
La pignoleria/ essere solare.

3) Scrittore preferito, film preferito.
Sophie Kinsella perché mi fa tanto ridere, “Sette anime” di Willy Smith.

4) La sua passione nel tempo libero.
Il cinema.

5) Cosa sognava di fare da grande.
Trasformare la mia passione per il calcio nel mio lavoro.

6) Per strada perde le staffe se…
…se vedo buttare per terra qualsiasi cosa anziché usare gli appositi cestini o bidoni dell’immondizia.

7) Le colpe altrui per le quali è più tollerante.
Sono molto tollerante, non però davanti alle bugie.

8) Atteggiamento che la incuriosisce in una donna.
Come si rivolge al cameriere per ordinare.

9) Atteggiamento che la incuriosisce in un uomo.
Come si sistema i capelli prima di giocare una partita.

10) Un rimpianto.
Nessuno.

11) Piatto preferito.
Tortellini.

12) Il suo rapporto con i social.
Buono. Li trovo utili per ringraziare le tante persone che mi contattano, ma non ne sono dipendente.

13) Cosa significa per lei malvagità e cosa bontà.
Malvagità è tentare di circuire chiunque sia incapace di comprendere il significato di quella situazione.Bontà è donare agli altri privandosi di qualcosa.
14) Un modo di dire in cui si rispecchia.
L’unico vero rischio nella vita è non voler correre alcun rischio. (Sergio Bambaren).

[email protected]

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Antonio Gramsci, il mondo arabo lo celebra

prev
Articolo Successivo

Gianni Rodari dimenticato, a Orvieto centro studi a lui dedicato “abbandonato in condizioni indecorose”

next