“Non avrei mai creduto nemmeno io di non prendere nemmeno un goal dal Barcellona nei 180 minuti, e sì che quanto ad autostima non sono proprio l’ultimo. Grande merito dei miei compagni: abbiamo difensori grandiosi e attaccanti e centrocampisti che si fanno in quattro in fase difensiva. Il prossimo avversario? Forse quello che arriva con una situazione in campionato più tranquilla è l’Atletico Madrid, che dovrà badare meno al turnover, mentre noi, il Monaco e il Real abbiamo anche un campionato da cercare di vincere. Se Messi non mi segna mai è merito dei miei compagni. Troppo entusiasmo? E’ giusto che i tifosi si diano a una sana follia, noi dobbiamo pensare a tenere per buono ciò che ci insegnano queste due partite, ossia quella di avere una maggio autostima nei nostri mezzi”. Così Gianluigi Buffon dopo lo 0-0 con il Barcellona che ha permesso alla Juventus di raggiungere le semifinali di Champions League.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Barcellona-Juventus, Dani Alves: “Meglio di un sogno”

next
Articolo Successivo

La sua guida è stanca, lui se la carica in spalla e taglia il traguardo. Il gesto del veterano alla maratona è da applausi

next