Uccisa con un colpo alla testa e trovata in una pozza di sangue all’ingresso di casa. Succede a Cirò Marina, in provincia di Crotone, dove giovedì  è stato trovato il corpo senza vita di Antonella Lettieri, 40 anni. La donna lavorava come commessa nel negozio di alimentari di un parente e viveva da sola. Il cadavere è stato trovato nel suo appartamento: era riverso in una pozza di sangue all’ingresso di casa, trovata a soqquadro. I carabinieri non escludono che possa trattarsi di un femminicidio.

Secondo i primi rilievi, la donna è stata uccisa da un colpo alla testa inferto con un corpo contundente. La morte risale a mercoledì. Al momento del ritrovamento, la donna indossava il giubbotto ed aveva accanto a sé il telefono cellulare. Il cadavere è stato trovato da un parente, preoccupato perché non l’aveva vista al lavoro. I carabinieri stanno vagliando la posizione di alcune persone.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Firenze, genitori e figlia disabile morti in casa: trovati segni d’arma da fuoco

prev
Articolo Successivo

Lodi, spara e uccide il ladro che cerca di entrare nel suo ristorante. Indagato per omicidio volontario

next