“E’ sovrappeso, notevolmente sovrappeso, ma è riuscito anche a segnare: ha il tocco di palla, contrariamente a me che son riuscito a colpire un palo. E’ più bravo di me, decisamente”. Lo ha raccontato ai cronisti, oggi a Firenze a margine di un evento Anci, il sindaco di Bari e presidente nazionale dell’Anci Antonio Decaro riguardo ad una partita di calcetto giocata ieri con l’ex segretario del Pd ed ex premier Matteo Renzi, in tour in Puglia. Rispondendo alla domanda se ieri Renzi fosse sereno, De Caro ha risposto che “era tranquillo: dopo il calcetto abbiamo mangiato dei panzerotti pugliesi, che credo siano la cosa che più gli piaccia”. “Non avete avuto occasione di parlare delle vicende che lo riguardano?”, hanno insistito i giornalisti. “No. Era tranquillo”, ha ribadito Decaro.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Foggia, incendio in una baraccopoli. Morti due migranti: “Non doloso”. Salvini: “Sangue sulle mani della sinistra”

prev
Articolo Successivo

Caserta, lottizzazione abusiva: quattro indagati tra cui ex sindaco Del Gaudio e Salvatore Capacchione

next