Indagine su 18 fra giornalisti e dipendenti Rai per note spese false o gonfiate agli Europei di calcio di Francia 2016. Lo riporta Repubblica, che spiega come la polizia transalpina stia indagando su una serie di ricevute di pranzi e cene, tutte identiche con importi da 70 euro, che un ristoratore italiano, da anni a Parigi, avrebbe fatto durante i campionati europei di calcio della scorsa estate ad oltre un decina di dipendenti della Rai. Fra loro, anche 7 giornalisti di Rai Sport. “Ancora una volta qualcuno ha messo il fango davanti al ventilatore per sporcare la Rai”, replicano Usigrai e il comitato di redazione di Rai Sport.

Il ristoratore, conosciuto nell’ambiente dello sport, è stato già interrogato dagli agenti di Parigi. Dopo quanto scoperto dalla polizia francese, Viale Mazzini ha mandato martedì una lettera di contestazione e richiesta di chiarimenti ai 18 dipendenti coinvolti. Avranno tempo cinque giorni, spiega Repubblica, per presentare le loro controdeduzioni ed evitare eventuali provvedimenti disciplinari. Rischiano la sospensione del servizio. L’inchiesta però è solo agli inizi e c’è da stabilire se e quante fatture erano davvero false o gonfiate.

La risposta dell’assemblea sindacale di Rai Sport e dell’Unione sindacale dei giornalisti Rai parla di “verifiche ancora in corso”. “Ricordiamo ai garantisti a giorni alterni – si legge nel comunicato – che le verifiche si fanno per accertare i fatti e non sono un preannuncio di condanna. Se qualcuno ha sbagliato, deve pagare. Ma se invece le accuse verranno smontate a pagare dovrà essere chi infanga il buon nome dei dipendenti Rai”. “Quindi pretendiamo chiarezza, con urgenza, e che le verifiche vengano fatte con scrupolosità e senza processi sommari – concludono Usigrai e il cdr – La Rai, a propria tutela, assicuri riservatezza fino a che non sarà fatta chiarezza”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pavia calcio, un anno fa l’ex dg denunciò le anomalie dei bilanci: oggi la squadra è fallita e lui è stato deferito per slealtà

next
Articolo Successivo

Roberto Baggio: 50 anni tra magie e l’incubo ricorrente del rigore sbagliato a Usa ’94. Così il Divin Codino è rimasto un Piccolo Principe

next