Una donna di 68 anni è stata trovata morta in casa a Orbetello (Grosseto) con evidenti segni di strangolamento. Sul posto questa mattina, dopo l’allarme al 118 dei vicini, i carabinieri di Porto Santo Stefano hanno scoperto in un appartamento al secondo piano nella zona di Pozzarello il cadavere di Anna Costanzo: accanto al corpo un filo del computer. I militari indagano per omicidio. Il marito di 70 anni, Alberto Novembri, avrebbe già confessato l’omicidio, al telefono con un amico e poi è scomparso: è salito su un treno Roma Termini-Pisa, ma è stato rintracciato e fermato all’altezza di Capalbio scalo, mentre stava tornando verso Orbetello. A fermare Alberto Novembri sono stati i carabinieri del comando provinciale di Grosseto e quelli della compagnia di Orbetello, che lo stavano ricercando. L’uomo si sarebbe recato a Roma, ma poi avrebbe deciso di tornare verso casa. Del caso si occupa il pm Maria Navarro, sul posto insieme ai carabinieri della locale caserma e al nucleo investigativo di Grosseto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ragazzo suicida durante perquisizione, la madre ai funerali: “Perdonami”. Chiamò lei la Guardia di Finanza

next
Articolo Successivo

Napoli, ritrovati i cadaveri di due pregiudicati per contrabbando: fatti a pezzi, messi in sacchi neri e interrati

next