Raggiunte e messe in salvo le persone nell’Alta Valle dell’Aterno (nella parte settentrionale della provincia dell’Aquila), epicentro delle scosse di terremoto del 18 gennaio scorso, ora è emergenza allevamenti. A Campotosto carabinieri, vigili del fuoco ed esercito hanno lavorato per la messa in sicurezza di un capannone di duemila metri quadrati, alto sei metri, crollato sia per il sisma sia per il peso della neve, arrivata a quasi 4 metri. Intrappolati mucche e vitelli: due mucche sono state soppresse da veterinari della Asl, una decina di vitelli sono feriti gravemente, come altre mucche che erano fuori dal capannone, altre risultano disperse. “Ora l’emergenza nell’emergenza è che senza foraggio e acqua da cinque giorni tutti gli animali, i pochi incolumi e quelli feriti, rischiano di morire”, spiega il proprietario dell’azienda agricola, Massimo Antonelli. “Con il crollo e con la neve non è possibile reperire foraggio nei silos: abbiamo chiesto fieno, ma non è ancora arrivato”, aggiunge Antonelli. Che dice: “Oggi ci stanno aiutando in tantissimi, ma è una tragedia per gli animali, alcuni hanno schiena e zampe rotte, per il freddo c’è rischio di polmonite, il capannone è crollato più per le scosse forti che per la neve”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Rigopiano, si lavora senza sosta alla ricerca dei dispersi: esplorazione nei pertugi dell’hotel

prev
Articolo Successivo

Maltempo Sicilia, nubifragio a Sciacca: strade come fiumi e un fulmine cade tra i palazzi

next