I giornalisti del Sole 24 Ore hanno deciso uno sciopero immediato per la scarsa visibilità concessa dal direttore Roberto Napoletano, già sfiduciato dai giornalisti lo scorso ottobre, alla pubblicazione dei comunicati sindacali. Domani, sabato 17 dicembre, il quotidiano non sarà in edicola.

Il comunicato era stato deliberato dall’assemblea di redazione dopo quasi 5 ore di dibattito in cui si ribadiva la sfiducia nei confronti di Napoletano e si sottolineava la scarsa visibilità data dal direttore ai comunicati sindacali e la preoccupazione per la mancanza di progetti di rilancio del gruppo: dai tempi della ricapitalizzazione al piano industriale alla guida del giornale, anche in vista dell’assemblea degli azionisti del 22 dicembre. Durante l’assemblea è stata discusso il licenziamento del capo personale Edoardo Zecca.

Due giorni fa la Guardia di Finanza aveva acquisito documenti utili all’inchiesta nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Milano sui conti del gruppo nel quale si ipotizza il falso in bilancio a carico di ignoti. A fine settembre la relazione semestrale del gruppo aveva registrato tutti i principali indicatori finanziari in terreno negativo per 50 milioni di euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Social network, post verità e content creation. Siamo tutti Napalm 51

next
Articolo Successivo

Mediaset-Vivendi, tutti i rischi da valutare se il governo non interviene

next