Il 2 novembre, davanti alla stazione Leopolda, le forze dell’ordine hanno impedito lo svolgimento della conferenza stampa di presentazione delle iniziative di oggi per sostenere le ragioni del No al referendum costituzionale, tutte vietate dalla questura del capoluogo toscano. “Firenze dice No ha annunciato la manifestazione che sabato 5 novembre partirà da piazza san Marco per raggiungere la Leopolda e portare alla kermesse del sì le tante ragioni che compongono il No a questo governo e alla riforma costituzionale”, si legge sulla pagina Facebook di Firenze dal basso

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Leopolda, vietato manifestare per il “no”. Contrari bloccati a 2 km: “Ci arriveremo comunque”

prev
Articolo Successivo

Caro Beppe, esci dal blog e confrontati con Renzi in tv

next