“Una capacità polmonare incomprensibile considerate le condizioni cliniche”. Parla lo pneumologo Delfino Luigi Legnani, direttore di pneumologia all’Ospedale Sacco di Milano. E spiega il male che il 13 ottobre 2016 si è portato via Dario Fo: “Una patologia con la quale ha convissuto per anni, che ha un decorso lento ma inesorabile”. E sulle ultime ore aggiunge: “E’ stato estremamente lucido e collaborante fino a ieri”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dario Fo, addio al premio Nobel. Grillo: “Era la libertà incarnata, sarà sempre con noi”. Renzi: “Italia perde un protagonista”

next
Articolo Successivo

Milano, 36 arresti per traffico di shaboo. Carabinieri: “Chiuso più grosso canale di rifornimento del Nord Italia”

next