Dopo il nubifragio di ieri nel Brindisino e nel Salento è tornato a splendere il sole. Ma si fa la conta dei danni provocati dalle forti piogge e dagli allagamenti. Nel Brindisino e in particolare nella zona più a sud, un torrente di acqua e fango si è riversato dalla parte collinare fino al mare, travolgendo muri a secco, provocando danni a strade e perfino al cimitero. La pioggia è entrata nei seminterrati e anche al piano terra dell’ ospedale di Ostuni. Nel villaggio di Rosa Marina una intera spiaggia è stata sommersa dal fango. Anche nel Salento e nella zona a sud della provincia di Brindisi sono stati numerosi gli interventi dei soccorritori, i vigili del fuoco, i forestali e la protezione civile, anche per trarre in salvo persone rimaste intrappolate nelle autovetture e rimaste in panne nelle campagne.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il nazi-vegano Vassallo: “Grazie a chi mi odia farò sarò tutti i venerdì su Radio105”. Ma lo arrestano

prev
Articolo Successivo

Chiasso (Svizzera), manifestazione No Border alla vigilia dello sgombero della stazione di Como

next