Per l’Inps erano affetti da paralisi motoria, disturbi psichici e fobie. E invece camminavano tranquillamente per la città e facevano la spesa al supermercato. Diciassette falsi invalidi sono stati posti agli arresti domiciliari dai carabinieri in un blitz scattato all’alba a Napoli per l’esecuzione di un’ordinanza per i reati di truffa ai danni di ente pubblico, falso e contraffazione di certificati. Ad altre dieci persone è stata notificata la misura cautelare di obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria. 

Tra i falsi invalidi ci sono anche alcune persone con paralisi motorie riprese dai carabinieri nei discount a fare la spesa. Nel corso delle indagini, condotte dalla dai carabinieri di Posillipo, è stata riscontrata la falsificazione di verbali di accertamento di invalidità dell’Asl, anche mediante uso di falsi timbri di stato, tanto da indurre in errore funzionari Inps e ottenere indebitamente l’erogazione di pensioni di invalidità per un importo calcolato in 1,7 milioni di euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fermo, due arresti per le bombe carta davanti a quattro chiese della diocesi

next
Articolo Successivo

Olbia, arrestato l’aggressore del disabile pestato nel video choc pubblicato sul web

next