PERICLE IL NERO di Stefano Mordini (Italia, 2016) con Riccardo Scamarcio, Gigio Morra, Marina Fois Durata: 104’ Voto 4/5

Pericle Scalzone, detto il nero, di lavoro “fa il culo alla gente”: per conto di un boss napoletano di Liegi tramortisce le vittime con un sacchetto pieno di sabbia poi toglie loro le mutande e le sodomizza. Tra queste capita pure la persona sbagliata e per Pericle inizia una fuga senza fine verso Calais: braccato da sgherri dei boss rivali e dalla polizia, piombato fra le braccia di un’attempata fornaretta, cercherà di sopravvivere. Basandosi sul libro di Giuseppe Ferrandino, Mordini, assieme alla veterana Francesca Marciano e Valia Santella, cuce il film addosso ad uno Scamarcio magistralmente tatuato e brutale. Poi si abbandona ad una regia godardiana che ricorda Fino all’ultimo respiro, senza troppe infrazioni tecniche ma con una impostazione formale simile. Infine immerge storia e protagonisti in atmosfere alla Melville e in prolungate sospensioni temporali alla Dardenne (i fratelloni belgi producono). Seguite fino ad un certo punto senso e svolte della trama: perché ciò che conta sono la dannata messa in scena e lo sguardo dell’autore. L’aria, i soldini e la mancanza di oppressione produttiva franco-belga fanno benissimo ad un regista ambizioso e fino ad ora titubante, che qui veleggia “fuori categoria”. Peccato per quella voce fuori campo, ultimo fardello da cinema “italiano”, trascinato oltre misura. (DT)

Film in uscita al cinema: cosa vedere (e non) nel weekend del 13 maggio

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Festival di Cannes 2016, apre Woody Allen con Café Society: “La vita è crudele e l’unico modo per sopportarla è pensarla in termini comici”

next
Articolo Successivo

Festival di Cannes 2016, il giorno di George Clooney: “Non temete non ci sarà alcun presidente degli Stati Uniti che porta il nome di Donald Trump”

next