Si è presentata in Procura ad Arezzo e ha presentato denuncia per truffa. Lei, la signora Elda Delfini, 92 anni e residente nella frazione di Foiano della Chiana, nel crac di Banca Etruria ha perso 75mila euro, investiti in obbligazioni subordinate. “Dicevano stia tranquilla, quando li rivolete li avete a disposizione – spiega il figlio della donna, presente alla manifestazione che i risparmiatori truffati hanno organizzato a Rignano sull’Arno (video), paese dove ha casa il premier Matteo Renzi. “Anche i dipendenti hanno le proprie responsabilità”, attacca ancora il figlia dell’anziana. “Che la cosa puzzava lo sapevano e, se avevano una forzatura a vendere questa roba, dovevano immaginarlo. Sono cose vergognose”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Politica industriale, tutta colpa della classe dirigente? Una pausa di riflessione

next
Articolo Successivo

Tasi sì, Tasi no, Tasi quando? I rischi di un fisco incoerente

next