Alla vigilia dei cortei a favore della legge sulle unioni civili, la Regione Lombardia – guidata dal leghista Roberto Maroni – si illumina. E lo fa con la scritta Family Day, contromanifestazione che si oppone all’approvazione del ddl Cirinnà e che si svolgerà il 30 gennaio. Ma sui social è effetto boomerang, tra pioggia di critiche e sfottò. Sono tanti i fotomontaggi comparsi su Twitter e Instagram: ci sono quelli più seri, come ‘Sì, lo voglio! Diritti civili’, ma anche quelli più ironici, come ‘Cala la pasta’. Fra gli altri, spicca il cantante Mika, fra i primi a mobilitarsi postando una foto su Instagram nella quale sul Pirellone c’è la scritta ‘Amore=Famiglia’ e nel post commenta: “Dovunque c’è amore, c’è famiglia. Dall’intolleranza invece nasce solo odio”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

IL DISOBBEDIENTE

di Andrea Franzoso 12€ Acquista
Articolo Precedente

Savona, prete anti-migranti si rifiuta di benedire una defunta marocchina

next
Articolo Successivo

Padova, 130 infermiere incinte mettono in crisi l’ospedale. Reparti svuotati e turni cancellati, si rischia lo sciopero

next