Alla vigilia dei cortei a favore della legge sulle unioni civili, la Regione Lombardia – guidata dal leghista Roberto Maroni – si illumina. E lo fa con la scritta Family Day, contromanifestazione che si oppone all’approvazione del ddl Cirinnà e che si svolgerà il 30 gennaio. Ma sui social è effetto boomerang, tra pioggia di critiche e sfottò. Sono tanti i fotomontaggi comparsi su Twitter e Instagram: ci sono quelli più seri, come ‘Sì, lo voglio! Diritti civili’, ma anche quelli più ironici, come ‘Cala la pasta’. Fra gli altri, spicca il cantante Mika, fra i primi a mobilitarsi postando una foto su Instagram nella quale sul Pirellone c’è la scritta ‘Amore=Famiglia’ e nel post commenta: “Dovunque c’è amore, c’è famiglia. Dall’intolleranza invece nasce solo odio”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Savona, prete anti-migranti si rifiuta di benedire una defunta marocchina

prev
Articolo Successivo

Padova, 130 infermiere incinte mettono in crisi l’ospedale. Reparti svuotati e turni cancellati, si rischia lo sciopero

next