Diverse sparatorie ed esplosioni a Parigi nella serata di venerdì 13 novembre 2015.
Il Capo dello Stato Hollande, si trovava allo stadio per assistere alla partita Francia-Germania, ha dichiarato in diretta tv lo stato d’emergenza nazionale: blocco delle frontiere e stato di allerta massima. Le operazioni terroristiche sono ancora in corso. Qui di seguito i primi aggiornamenti sui social network dopo le esplosioni e gli spari in almeno 3 punti diversi della città.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Attentati a Parigi, Hollande: “Stato d’emergenza e frontiere chiuse. Dobbiamo difenderci”

next
Articolo Successivo

Parigi sotto attacco, salto di qualità dei terroristi con un messaggio di morte: in Occidente nessuno è più al sicuro

next