Mario Balotelli è tornato e, quasi prima che con un difensore avversario, si è scontrato con la legge. Il calciatore del Milan dovrà lasciare la sua Lamborghini in garage nei prossimi mesi: gli agenti della Polizia locale di Brescia gli hanno ritirato la patente per eccesso di velocità. Lo riporta il Giornale di Brescia.

Tornava dall’allenamento a Milanello e da un giro con gli amici, Balotelli, quando è stato fermato nei pressi della sua abitazione, vicino allo stadio Rigamonti, da una pattuglia che ne ha rilevato la guida ad alta velocità attraverso il telelaser. Il limite era di 50 km all’ora. Il giocatore e’ rimasto tranquillo e si è scusato: “Mi dispiace: non me ne sono accorto”.

Ora il verbale passerà alla prefettura di Brescia che comminerà la sanzione, variabile in base ai chilometri superati. Balotelli rischia una multa, la decurtazione di punti e la sospensione della patente fino ad un anno.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Italia-Bulgaria 1 a 0: la nazionale si aggrappa al rigore di Daniele De Rossi. Ma zoppica ancora in attacco

prev
Articolo Successivo

Parma Calcio inizia con una vittoria. Lucarelli: “A pagare tifosi e lavoratori. E a Leonardi e Ghirardi non è accaduto nulla”

next