renzi padoan 675

Mi ha lasciato senza parole vedere un  giornale come il “ Corriere della Sera” che lancia un appello a sostegno del premier Matteo Renzi. Personalmente  non credo ne abbia bisogno, visto il ruolo che ricopre, o mi sbaglio?

Credo che già diventare presidente del Consiglio sia da ritenersi una grande fortuna e non bisogna né sottovalutare né dare per scontato il consenso e la popolarità che tale ruolo permette di raggiungere.

Probabilmente vi sembrerò ripetitivo e noioso, ma, come dico spesso nei miei articoli, se la Politica non riscopre l’importanza di mettere al centro delle proprie priorità i bisogni reali dei cittadini non basteranno mille appelli e anche Matteo dovrà fare le valige e andarsene.

Comunque chi verrà dopo di lui, indipendentemente dallo schieramento politico, non dovrà basare la propria politica su dei puri e semplici slogan, ma dovrà cambiare realmente verso altrimenti in Italia non ci sarà mai più la tanto acclamata ripresa.

Un nodo fondamentale da risolvere rimane l’immigrazione e  l’aumento del divario tra il ricco e il povero che secondo me non dipende dalla presenza dei migranti (che prima di tutto sono Esseri Umani)  che vanno tutelati e supportati dalla Politica, ma dai privilegi che sono stati erogati ai politici precedenti e verso quelli che formano la legislatura attuale ai quali nessuno vuole rinunciare.

Invito comunque tutti i Cittadini a non perdere mai la speranza perché comunque i  governi cambiano, ma i bisogni del Popolo restano.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Casamonica, discorriamo di tutto, tranne che della morte

next
Articolo Successivo

48 ore al meeting di Comunione e Liberazione di Rimini

next