memorial carlo petriniMotoPerPedro, abbiamo chiamato così l’evento che si svolge ogni anno a Monticiano, in provincia di Siena, la città che ha dato i natali a Carlo Petrini e (che ossimoro!) a Luciano Moggi. Il 13 giugno scorso, con molti sforzi di tutti (sindaco, giunta comunale, partecipanti alla partita del cuore, artisti, attori, scrittori, giornalisti), ancora una volta siamo stati insieme, per segnare bene i confini, per tracciare un solco e per ricordare – di nuovo – da quale parte stare. E’ stata una giornata di festa, un triangolare di calcio da leggenda, un momento di celebrazione e commemorazione con le istituzioni, una serata di parole, musica, arte, teatro. La sala dell’auditorium di Monticiano era piena, piena di coloro che sanno chi era, chi è stato, e cosa ha rappresentato per il calcio italiano, il nostro amico Carlo Petrini (ex-calciatore e scrittore fuori dall’ordinario), e di coloro che lo hanno saputo quel giorno stesso.

Il IV memorial Carlo Petrini è andato benissimo, al Campo Sportivo Comunale hanno giocato l’AesseRomArtisti (con capitano Paolo Calabresi), la squadra degli AmiciDiPedro (con capitano Carlo Jr Petrini), e la squadra di Modena, con gli amici di Petrini ai tempi del Cesena e del Bologna. Per la cronaca, hanno vinto gli AmiciDiPedro ai rigori sulla squadra romanista. All’Auditorium Cedrn, invece, per “parole e arte”, siamo saliti sul palco tutti, e insieme abbiamo fatto rivivere le emozioni, le parole, gli aneddoti, la dialettica, il rigore del grande Pedro. Paolo Calabresi, Pino Marino, Daniele Lo Monaco, Gabriella Greison, Giuseppe Manfridi, Andrea Rivera, Niccolo’ Senni, Lorenzo Senni, Marco Giuliani, Diego Bianchi, Andrea Rivera, Stefano Sparapano, Patrizio Maria, il magistrato Pino Narducci e tanti altri. L’appuntamento è per l’anno prossimo, ci saranno tante novità, e non vediamo l’ora.

Ps: domenica sera alle 21, invece, c’è un altro appuntamento da segnare con il circoletto rosso sul calendario: a Viterbo, al Festival Caffeina, a piazza San Lorenzo, presenterò io la serata dedicata a Giancarlo Giannini. Con il grande attore italiano ho scritto un libro, si tratta della sua autobiografia, e insieme animeremo il palco per ore e ore e ore…la sua parlata rapirà tutti. Il libro è “Sono ancora un bambino (ma nessuno può sgridarmi)“, edito da Longanesi (ecco il link), 288 pagine, 15 euro. Vi aspettiamo domenica 28 giugno, allora.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotdiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Finali Nba, Golden State Warriors trionfa dopo 40 anni. Sconfitto LeBron James

next
Articolo Successivo

Coppa America 2015: Cile-Bolivia, l’impossibile ‘biscotto’ nello stadio mattatoio

next