Convegno del 24 novembre 2012 a Bisceglie (Bat). Tra gli ospiti ci sono: il giornalista della Rai, Francesco Giorgino, l’onorevole Partito democratico, Francesco Boccia, e l’allora sindaco di Molfetta e senatore (Ncd), Antonio Azzollini (oggi raggiunto da una richiesta d’arresto, insieme ad altre 9 persone, della Procura di Trani per il crac della casa di cura “Divina provvidenza” ndr). Nel pubblico ci sono anche alcuni lavoratori della Casa della Divina Provvidenza e dell’Ambrosia, versavano in una profonda crisi. I lavoratori protestano. Azzollini replica loro: “Le cose serie si parlano per lungo tempo”. Poi scoppia la bagarre. I lavoratori si avvicinano al senatore che va in escandescenza, parlando in dialetto: “Imparatevi l’educazione, voi avete detto che io non dovrei dormire la notte per quello che vi sta succedendo, ora grido quanto mi pare”  (video tratto dal canale Bisceglie Tv – Youtube)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trani, crack da 500mila della Casa Divina Provvidenza: arrestate anche 2 suore. Ior ha collaborato

next
Articolo Successivo

Mafia Capitale, assessore Danese: “Regole nuove sui bandi, sotto scorta anche per questo”

next