La Regione Emilia Romagna ha avviato le procedure per costituirsi parte civile nel processo ‘Aemilia’ sulle infiltrazioni della criminalità organizzata e in particolare della ‘Ndrangheta nel territorio emiliano. Lo ha anticipato questo pomeriggio l’assessore alla Legalità, Massimo Mezzetti, durante la discussione sul progetto di legge di modifica della legge regionale contro le mafie, la diffusione della cultura della legalità e la prevenzione del radicamento del crimine organizzato, in commissione Bilancio, affari generali e istituzionali.

“Questa scelta – ha commentato Mezzetti – è la dimostrazione della determinazione che abbiamo nell’andare fino in fondo nella lotta alla criminalità organizzata”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti a Bologna, Lega Nord: “Bloccare gli autobus e rispedirli indietro”

next
Articolo Successivo

Coconuts Rimini chiuso dopo operazione antidroga. Arrestato uno dei titolari

next