Marc Marquez partirà ancora dalla pole position, stavolta nel Gran Premio di Argentina valido per il Mondiale della MotoGp. Lo spagnolo della Honda, campione del Mondo, ha girato in 1’37″802 e ha preceduto la sorpresa Aleix Espargaro sulla Suzuki di circa 5 decimi. Terzo posto per Andrea Iannone sulla Ducati, staccato di pià di 6 decimi da Marquez. Quarto e quinto posto per Ca Crutchlow su Honda e Jorge Lorenzo su Yamaha, autori dello stesso tempo. Sesto e settimo posto per Andrea Dovizioso sull’altra Ducati e Danilo Petrucci su una Ducati del team Pramac, staccati rispettivamente di 7 e 9 decimi. Valentino Rossi su Yamaha è solo ottavo a più di un secondo da Marquez. Alle spalle di Rossi si è piazzato il rookie Maverick Vinales, con Bradley Smith (Monster Yamaha Tech3) a chiudere la Top Ten. Proprio l’inglese era stato, insieme alla Desmosedici ‘Open’ di Hector Barberà (Avintia Racing) grande protagonista delle Q1. Tra i due, in piena quarta fila, si piazza l’altro pilota britannico Scott Redding (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS). “Mi aspettavo di essere più veloce ma quando ho visto che il secondo era lontano non ho voluto rischiare. Ho usato le due moto, mi trovo bene con entrambe e sono contento per la pole. Domani sarà una gara difficile perchè Valentino e Lorenzo sono forti”. Così Marc Marquez. La classe regina tornerà in pista domani alle 10.40 locali (le 15.40 in Italia) per il Warm Up, mentre alle 16.00 argentine (le 21.00 italiane) scatterà la terza gara della stagione 2015 del Campionato del Mondo MotoGP.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

MotoGp Austin 2015, vince Marquez. Dovizioso secondo, Valentino Rossi terzo

prev
Articolo Successivo

Classifica MotoGP, capolavoro di Valentino Rossi in Argentina. 2° Dovizioso

next