Il video è stato pubblicato sul sito di Romafaschifo.com e racconta quanto è avvenuto giovedì due aprile nella stazione della Metro A Barberini. Alcuni turisti asiatici vengono scippati da un gruppo di giovani borseggiatori, probabilmente nomadi. La reazione è violenta, scatta un parapiglia tra i malcapitati e alcune delle persone presenti sul vagone e sulla banchina. A farne le spese una ragazzina italiana che viene presa per il collo da uno dei turisti scippati. E’ il caos, tanto che la metropolitana interrompe il servizio per alcuni minuti, viene fatto anche un annuncio dagli addetti al servizio metro. “Viene chiesto alla gente ancora rimasta nel treno di evacuarlo – come si sente anche dall’audio del video – e lasciarlo ripartire vuoto”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Lucca, temeva il licenziamento: operaio uccide a colpi di pistola il caporeparto

prev
Articolo Successivo

Scuola Diaz, il video di Indymedia dell’assalto durante il G8 di Genova

next